Agenzia di Stampa Piazza Cardarelli

Registrazione Tribunale di Napoli n° 4875 del 22 – 05 - 1997

Direttore Responsabile Gianfranco Bellissimo

Direttore Responsabile mail: gianfrancobellissimo@virgilio.it

marketing e pubblicità: castro.massimo@yahoo.com

Tutte le collaborazioni, salvo diversi accordi, si intendono gratuite

  • Facebook - White Circle
  • Instagram - White Circle
  • YouTube - White Circle
  • Twitter - White Circle

Iscriviti e richiedi la CARD dell'ASSO CRAL GRATUITAMENTE

 © Copyright All rights Reserved - Piazza Cardarelli

Piazza Cardarelli

"GATTA CENERENTOLA" FA LE FUSA ALLA CAPITALE, DOMANI ANTEPRIMA AL CINEMA ADRIANO DI ROMA

12/09/2017

 

 

 

ROMA. Uscirà il 14 settembre nelle sale italiane in 85 copie “Gatta Cenerentola”, il film d’animazione in concorso alla 74esima Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia, nella Sezione Orizzonti, che ha riscosso un unanime successo di critica anche internazionale e di pubblico, conquistando al Lido quattro significativi riconoscimenti: il premio speciale “Francesco Pasinetti” assegnato dai Giornalisti cinematografici Italiani, il premio “Open”, il “Premio Gianni Astrei” del Fiuggi Family Festival con Ente dello spettacolo e poi il “Mouse d’Argento”. Intanto un’anteprima speciale per il pubblico romano è stata riservata domani 13 settembre, nella serata di mercoledì, al Cinema Adriano di Roma. Variety, La “Bibbia” dello spettacolo mondiale, ha definito “Gatta Cenerentola” uno dei migliori film italiani di animazione, sottolineando con parole entusiastiche come i registi abbiano saputo raccontare con bravura, attraverso il tema della celebre fiaba, anche la politica italiana e la corruzione (Napoli, il riciclaggio di denaro sporco, la malavita, la camorra, la coca e il traffico di droga, le promesse e i sogni mancati come Bagnoli, e quel “Re” canterino sulla nave che ricorda vagamente Berlusconi con Apicella alla chitarra). Una recensione che testimonia le grandi potenzialità di “Gatta” anche sui mercati esteri di tutto il mondo. In passato ci sono riusciti cartoon come “L’illusioniste”, a “Gatta” non manca nulla per fare le fusa a Hollywood e all’Academy. Al film è abbinato inoltre in sala un cortometraggio, nello stile delle più grandi major dell'animazione come Disney Pixar e Dreamworks, “Simposio suino in re minore”, targato MAD, del giovane autore Francesco Filippini, rientrato quest'anno nella cinquina dei finalisti al David di Donatello. Il corto è doppiato da una grande Cristina Donadio nel personaggio della massaia cuoca pronta a infornare casatielli e pastiere nel forno della magica casetta sulle rive di un lago, in cui fa capolino il maialino del titolo. Solo l’ennesimo esponente della “crema” artistica tra cinema e teatro che da decenni Napoli sa offrire al panorama nazionale e, da ora,a nche mondiale col successo delle serie tv interpretate da partenopei e cartoon doppiati dai nostri grandi attori napoletani.

 

Nell’attesa dell’eccezionale proiezione riservata in anteprima al pubblico capitolino, diamo uno sguardo ai premi e alle motivazioni di giuria sul film nel corso della kermesse al lido di Venezia:


Premio Francesco Pasinetti: Premio speciale al film di animazione Gatta Cenerentola. Nel segno dell’attenzione alle nuove proposte i Giornalisti Cinematografici SNGCI hanno assegnato infatti Premi speciali, tra i film italiani presentati alla Mostra a due titoli interessanti non solo per la qualità artistica ma anche per l’operazione produttiva: Gatta Cenerentola e Nico, 1988 di Susanna Nicchiarelli. In una Mostra che ha confermato in tutte le sue sezioni più che la promessa di una ‘nouvelle vague’ il tentativo -non sempre riuscito ma interessante- di una ricerca di nuovi linguaggi, I Giornalisti sottolineano con queste scelte il desiderio del cinema italiano di cercare un respiro anche internazionalmente più ampio. Una tendenza che Venezia ha dimostrato soprattutto con le proposte in concorso.

 

 

Premio Open 17esima edizione: Premio Speciale Collaterale alla 74esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. Vincono il Premio OPEN
 Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone con Gatta Cenerentola. PDG Arte.
L’istituzione di questo riconoscimento, ideato nel 2000 da Paolo De Grandis e Pierre Restany, nasce parallelamente ad OPEN, Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni che il 1 settembre ha inaugurato la sua ventesima edizione. L'evento prevede la premiazione di un regista presente alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia che con la sua opera riveli, in maniera inedita, un fertile interesse verso la seducente tematica della mutua interazione tra arte e cinema, due forme artistiche che vivono d’immagine e si nutrono del desiderio di tradurre emozioni. La giuria internazionale di studenti universitari della rete UNIMED – Unione delle Università del Mediterraneo, presieduta dal Prof. Antonio Falduto, ha così motivato la scelta:
 “Gatta Cenerentola rivisita un testo della tradizione letteraria italiana impiegando le tecniche più innovative dell'animazione. Il risultato è un'originale unione di temi sociali e ambientazioni futuristiche immersa in un'atmosfera steam punk. A fare da eco a questa diversità visiva, una musica sapientemente studiata per armonizzare note tipiche della canzone napoletana a sonorità jazz e post-moderne. Gatta Cenerentola riscatta inoltre l'utilizzo del dialetto napoletano inaugurando di fatto una nuova auspicabile tradizione del cinema d'animazione italiano. La riscrittura di una fiaba pluricentenaria, il sapore squisitamente pittorico delle immagini, la ricercatezza della colonna sonora, la scelta di una lingua preziosa omaggio a una delle più prestigiose tradizioni teatrali e letterarie scrivono l’alto valore artistico di Gatta Cenerentola. Il Premio OPEN 2017 è un'opera ideata e realizzata dall’artista Gabriele Polidori. Nel corso delle passate edizioni il Premio è stato conferito ai registi Joao Botelho con il film Quem es tu?,Julie Taymor con Frida, Takeshi Kitano con Zatoichi, Marziyeh Meshkini con Sag - haye velgard, Stanley Kwan con Changhen ge (Everlasting Regret), Jia Zhangke con Dong, Peter Greenaway conNightwatching, Philip Haas con The Butcher’s Shop, Michael Moore con Capitalism: A Love Story, John Woo, il Direttore Marco Müller, Robert Redford, Serena Nono, Rä Di Martino, Carlotta Cerquetti conHarry’s Bar e nell’ultima edizione a Pippo Delbono con Vangelo.

Premio Gianni Astrei: L’associazione Fiuggi Family festival in collaborazione con Ente dello spettacolo attribuisce il premio Gianni Astrei – Venezia 2017 a Gatta cenerentola di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone, tra i film italiani presentati alla 74 Mostra Internazionale d’arte cinematografica. Il film Gatta Cenerentola, proiettato nella sezione orizzonti nel corso della Biennale Cinema 2017, vince la terza edizione del premio Gianni Astrei con la seguente motivazione “Per avere reinterpretato una favola eterna, contestualizzandola in una Napoli al contempo futuristica e tremendamente attuale. Abbinando, a suon di metafore, il destino di uno a quello di tutti. Mia e Napoli infatti camminano tenendosi per mano verso una visione che a loro ancora non appartiene, ma di cui possono prendere consapevolezza solo riscoprendo le proprie origini”. “Una fiaba in cui la tecnologia si sostituisce alla dimensione magica rivelando ciò che resta oltre i confini del tempo: il passato, i sogni, il bene voluto e la verità”. Il Mouse d’Argento - Votato come il miglior film fuori dal Concorso principale dai collaboratori degli oltre 80 siti di cinema che compongono la giuria, il Mouse d’Argento al miglior film è stato assegnato a “Gatta Cenerentola” di Ivan Cappiello, Dario Sansone, Marino Guarnieri e Alessandro Rak.

 

 

 

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Google+
Mi Piace
Please reload