DONNE DI SUCCESSO: SUSANNA LORIGA E LA SUA DETERMINAZIONE

30/07/2019

LA STORIA DI UNA DONNA CHE SUPERA OGNI OSTACOLO PER RAGGIUNGERE I PROPRI OBIETTIVI E TRASFORMARE I SOGNI IN REALTA’.

 

 

 

“Il mio desiderio di diventare psicologa criminologa ha preso forma dall’età di 15 anni, mentre studiavo nell’Istituto Magistrale nella mia amata Sassari. La facoltà di Psicologia dell’Università La Sapienza di Roma era tutto quello che sognavo”.

Questo ci racconta Susanna Loriga, criminologa, psicologa e docente affermata. Nata in Sardegna ma, ormai da anni, sulmonese d’adozione, Susanna porta con sé, nello sguardo e nella voce, tutta la forza e la passione della sua isola. Una passionalità che ha riversato, totalmente, nelle sue ricerche.

Oltre che la psicologia e l’antropologia, per Susanna Loriga è stata fondamentale la ricerca etnografica e, soprattutto, come lei stessa ama ricordare, il libro La terra del rimorso, di Ernesto De Martino. Dalla lettura di quelle pagine, in cui l’autore analizzava le radici del tarantismo, inizia il suo interesse per le tradizioni popolari, la psicologia e la sociologia. Interesse che, ben presto, la porta allo studio del fenomeno criminale dei sequestri di persona. In seguito, gli incontri con numerose vittime di rapimento, la avvicinano allo studio delle dinamiche manipolative, al significato della violenza psicologica, oltre che all’approfondimento delle tecniche di negoziazione per la liberazione degli ostaggi.

Nel corso degli anni universitari, i docenti sapevano bene come la loro allieva Susanna avesse una grande predisposizione per la criminologia. I risultati degli esami erano sempre eccellenti. Ma lei non voleva fermarsi soltanto ai buoni voti e ai complimenti ricevuti da chi valutava i suoi studi. Voleva vivere il suo mestiere in prima linea, graniticamente convinta che la criminologia non si possa applicare seduti dietro a una scrivania. Susanna Loriga, lo abbiamo detto, è forte e caparbia. Instaura presto una proficua e lunga collaborazione come docente per il Ministero di Grazia e Giustizia e, per questo, si trova a collaborare con il corpo di Polizia Penitenziaria all’interno dei corsi di formazione organizzati dai Provveditorati Regionali.

 

“Le esperienze pratiche guidate in criminologia e psicologia giuridica mi hanno motivato nel portare avanti questo mio grande interesse. Interesse che, forse, aveva piantato le radici nella mia infanzia. Fin da quando frequentavo le elementari, appena sentivo la notizia di qualcuno appena uscito dal carcere, con grande stupore di mia madre, le dicevo che io avrei voluto capire perché avesse commesso il reato”.

Nonostante il suo grande impegno, Susanna si sposa, giovanissima, a 22 anni, e in breve tempo dà alla luce due splendide bambine. Gli impegni di mamma non la allontanano, però, dalla sua professione. Anzi, come lei stessa confida, le sue figlie le danno più slancio per impegnarsi nella sua professione.

Susanna non si ferma mai. Tiene conferenze in tutta l’Italia e all’estero: Svizzera, Polonia e Spagna. E ottiene grandi riconoscimenti. Prima quello del Ministro degli Interni nel 2002 per la ricerca sui sequestri di persona, ricerca che in seguito verrà tradotta anche in polacco e pubblicata presso l’Università di Wroclaw, insieme al riconoscimento del Presidente dell’Ordine Psicologi dell’Abruzzo per il prestigioso contributo da lei apportato al settore della psicologia. Nel 2008 viene nominata Socio per Gratitudine dell’International Police Association; nel 2014 riceve la nomina di Ambasciatrice del Telefono Rosa Frosinone; nel 2015 riceverà il riconoscimento in Canada come Socio Onorario dell’Associazione Nazionale Carabinieri sezione di Toronto. Il 2018 è l’anno del Premio Donna Più, consegnato a Lanciano da La Luna di Seb per l’impegno nel sociale, e del Premio Internazionale Eslabon per la tutela dei diritti umani consegnato a Madrid. Altri prestigiosi premi le sono stati conferiti nel 2019: il Premio Internazionale Apoxiomeno per il sociale, insieme a volti noti del giornalismo, dello sport e dello spettacolo, tra cui alcuni premi Oscar, e il Premio Cultura città di Firenze 2019 che le verrà consegnato il 13 ottobre da Ut Pictura Poesis. Sempre nel 2019 riceve la nomina di Responsabile Mede@ Regione Sardegna. Negli ultimi dieci anni è stata ospite di numerose trasmissioni televisive su Rai 1, Rai News e, persino, ad un ciclo di puntate su Sky 886.

 

Susanna, hai dimostrato che con la tenacia e la determinazione si possono superare tutti gli ostacoli per realizzare i propri sogni. Hai ottenuto tantissimi riconoscimenti internazionali. Quali sono i tuoi prossimi obiettivi?

Attualmente sono impegnata nell’attività di formazione e prevenzione per tutto ciò che riguarda il contrasto alla violenza in qualità di Responsabile Mede@ Regione Sardegna, oltre al mio impegno, in Italia e all’estero, all’interno dei corsi sulla gestione dello stress e le tecniche di comunicazione per la liberazione degli ostaggi. Ottobre sarà un mese ricco di impegni, dopo la pausa estiva che mi vedrà impegnata all’estero anche nei corsi di formazione delle forze di polizia estere. Continuerà l’impegno di collaborazione con l’Università di Wroclaw, soprattutto dopo l’altra mia recente pubblicazione della ricerca sulla gestione dello stress all’interno di una prestigiosa rivista scientifica polacca. Altresì, recentemente, ho avuto l’onore di scrivere il prologo del libro “Grandi Personaggi”, edito da Sakura Ediciones, scritto dalla giornalista internazionale Alessandra Giorda e, per questo, saremo impegnate nelle numerose presentazioni che saranno organizzate in Italia e all’estero.

 

 

Il tuo è un impegno costante su diversi fronti. Cosa consiglieresti ai giovani che vogliono intraprendere questa carriera?

Gli impegni tra conferenze, corsi di formazione in psicologia e criminologia, pubblicazione di nuove ricerche e attività di consulenza saranno tanti, ma affronto tutto con la determinazione e la passione che da sempre hanno guidato la mia professione fin dagli albori. Vivo la mia professione come un sogno realizzato. Per questo invito sempre i ragazzi a perseguire i propri obiettivi con la determinazione di chi, stimolato dalla meta, è disposto ad affrontare difficoltà e sacrifici senza arrendersi, anche quando sembra che il cammino sia intralciato da ostacoli insormontabili. Trasformare gli ostacoli in sfide e le difficoltà in opportunità! Una ricetta per non arrendersi mai!

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Google+
Mi Piace
Please reload

Agenzia di Stampa Piazza Cardarelli

Registrazione Tribunale di Napoli n° 4875 del 22 – 05 - 1997

Direttore Responsabile Gianfranco Bellissimo

Direttore Responsabile mail: gianfrancobellissimo@virgilio.it

marketing e pubblicità: castro.massimo@yahoo.com

Tutte le collaborazioni, salvo diversi accordi, si intendono gratuite

  • Facebook - White Circle
  • Instagram - White Circle
  • YouTube - White Circle
  • Twitter - White Circle

Iscriviti e richiedi la CARD dell'ASSO CRAL GRATUITAMENTE

 © Copyright All rights Reserved - Piazza Cardarelli

Piazza Cardarelli