LA LETTERATURA A POMIGLIANO D’ARCO CON I COLORI DELLA POESIA.


Continua il successo travolgente degli incontri di letteratura con acclarati autori del migliore panorama letterario italiano e internazionale a cura dell’associazione culturale I colori della poesia. Gli eventi, che hanno coperto tutti i martedì dell’estate e proseguono con il mese di settembre, hanno riscontrato la partecipazione di un pubblico realmente interessato, grazie alla campagna di sensibilizzazione e di educazione alla lettura intrapresa dal presidente Annamaria Pianese con la stretta collaborazione del neo-gruppo culturale Atollo Team, che annovera docenti specializzati in materie umanistiche, insegnanti di scrittura ed educatori culturali di altissimo livello quali le professoresse Margherita Romano, Roberta D’Ovidio, Luisa Ciccone e la scrittrice Agnese Palumbo.

Agli incontri hanno partecipato (e vedranno avvicendarsi) diversi autori riconosciuti dai grandi editori nazionali e, alcuni di essi canditati, a prestigiosi premi letterari tra cui: Titti Marrone, Pier Luigi Razzano, Sara Bilotti, Lorenzo Marone, Domenico Dara, Maria Rosaria Selo, Rachele Furfaro (presidente dell’associazione Focus di Napoli), Nicoletta Verna, Sarah Savioli e Jana Karsaiova.

La rassegna, ospitata presso la Feltrinelli di Pomigliano d’Arco, è stata caldeggiata dalla sede di Milano della nota casa editrice, i cui alti vertici hanno risposto totale fiducia nell’operato dell’associazione culturale e della sua presidente Annamaria Pianese, la quale si è fatta carico personalmente dei costi di viaggio e di permanenza degli autori nella cittadina Napoletana.

Unica nota dolente, notata da acuti osservatori, è stata la totale assenza delle istituzioni locali che, malgrado sollecitate diverse volte, sono state sorde ai richiami di un’importante fetta di cittadini, dirottando la propria considerazione verso frange politicizzate a cui la vera cultura dovrebbe essere avulsa.

In contropendenza a tale indifferenza, altri comuni limitrofi quali: Casalnuovo di Napoli, Sant’Anastasia, Brusciano, Castello di Cisterna e altri in via di definizione; insieme a numerosi istituti scolastici statali, hanno riconosciuto il valore delle attività socioculturali promosse dall’associazione I colori della poesia, cooperando su ogni aspetto in virtù di competenze considerate risorse per il territorio e non un intralcio a miserevoli aspettative politiche.