“Le viaggiatrici. Da Madame de Staël a Sybille Bedford”

Sarà un incontro tutto al femminile a concludere giovedì 24 alle ore 18.30 Strane Coppie in Festival, ideato e condotto dalla scrittrice Antonella Cilento, nell’antico Monastero delle Trentatré a Napoli (via L. Armanni, 16). Ospiti di questo appuntamento la scrittrice Melania G. Mazzucco e la poeta e fotografa Anna Toscano, con letture di Gea Martire e musiche dal vivo del compositore Paolo Coletta. L'incontro potrà essere seguito anche in diretta video sul Canale YouTube e sulla pagina Facebook di Lalineascritta, organizzatrice del Festival.

Alla vigilia della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l’incontro dal titolo “Le viaggiatrici. Da Madame de Staël a Sybille Bedford” proporrà una ampia panoramica di sguardi femminili aperti sul mondo tra Otto e Novecento attraverso le pagine di Madame de Staël in visita in Italia, di Matilde Serao in Palestina, di Sybille Bedford in Messico, di Fausta Cialente in Egitto e, ancora, di Annemarie Schwarzenbach, che racconta Palmira, Baghdad, l’Afghanistan, il Turkestan, il Congo, il Marocco. In secoli diversi e con attitudini varie, le scrittrici narrano, vivono, interpretano, a volte abitano il lontano cogliendo, talvolta con pungente ironia e altre con acuto spirito di osservazione, aspetti culturali e sociali del tempo.

L’avventura e lo sguardo sul mondo non si declinano esclusivamente al maschile. Non solo gli uomini viaggiano e raccontano. E così, accanto a celebri quaderni di Bruce Chatwin o ai magnifici libri di Patrick Fermor Leigh, è bene ricordare lo sguardo di tante donne che hanno attraversato il mondo dandone una propria lettura. ̶ Sottolinea Antonella Cilento ̶ Anche le donne viaggiano e raccontano, nonostante sia loro sconsigliato o le si creda bisognose d’aiuto, e lo fanno in tempi difficili, durante i conflitti, riportando notizie dagli angoli più vari del mondo con sguardo potente, critico e peculiare”.

Strane Coppie in Festival è realizzato da Lalineascritta Laboratori di Scrittura con il contributo di Banco BPM, Goethe Institut e Instituto Cervantes, e con il sostegno di Atrio delle Trentatré Onlus, Chiaja Hotel de Charme, Ubik, Accademia di Belle Arti di Napoli e Università "Orientale" di Napoli.

Il Festival aderisce al progetto Arte salva Arte. Teatro, prosa e musica a sostegno dell'arte promosso da Atrio delle Trentatré Onlus, con cui si finanzierà il restauro di un dipinto di Giuseppe Bonito (1700) presente nel Monastero napoletano.

Ingresso libero.

Per informazioni: info@lalineascritta.it

www.lalineascritta.it

Melania G. Mazzucco è autrice di Il bacio della Medusa (1996), La camera di Balthus (1998), Lei così amata (2000), dedicato alla scrittrice Annemarie Schwarzenbach, Vita (2003, Premio Strega), Un giorno perfetto (2005) da cui Ferzan Ozpetek ha tratto l'omonimo film.

Al pittore veneziano Tintoretto dedica il romanzo La lunga attesa dell'angelo (2008, Premio Bagutta), la monumentale biografia Jacomo Tintoretto&i suoi figli. Storia di una famiglia veneziana (2009, Premio Comisso) e il docufilm Tintoretto. Un ribelle a Venezia (2019), da lei ideato e scritto per Sky Arte e distribuito in tutto il mondo.

Nel gennaio 2011 riceve il Premio Viareggio-Tobino come autore dell'anno. Ha anche pubblicato Limbo (2012, Premio Bottari Lattes Grinzane, Premio Elsa Morante, premio Giacomo Matteotti), Il bassotto e la Regina (2012), Sei come sei (2013), Il museo del mondo (2014), Io sono con te (2016), L'architettrice (2019). Ha scritto per cinema, teatro e radio, collabora con La Repubblica, i suoi romanzi sono tradotti in 27 paesi.

Anna Toscano vive a Venezia, insegna presso l'Università Ca' Foscari e collabora con altre università. Fa parte del direttivo della SIL, Società italiana delle letterate. Scrive per testate e periodici, fra cui Il Sole 24 Ore, Minima & Moralia, Doppio Zero, Leggendaria, Balthazar, Artribune. Da sempre molto impegnata per la sua città, Venezia, sia attraverso la scrittura, sia partecipando a trasmissioni radio e tv.

Un'ampia parte del suo lavoro è dedicata allo studio di autrici donne, da cui nascono articoli, libri, incontri, spettacoli, così - come Lei, eccetera con Scrittori a domicilio - conferenze, curatele, come Chiamami col mio nome Antologia poetica di donne (La vita felice, 2009 e 2022 due volumi).

La sua sesta e ultima raccolta di poesie è Al buffet con la morte (La vita felice, 2018); liriche, racconti e saggi sono rintracciabili in riviste e antologie. Diverse le collaborazioni con scuole di scrittura. Suoi scatti fotografici sono apparsi su giornali, manifesti, copertine di libri, mostre personali e collettive.