top of page

TEATRO SAN FERDINANDO: LA MORTE E LA FANCIULLA

Dal 7 al 12 marzo in scena al San Ferdinando

Dopo il grande successo del debutto al Campania Teatro Festival 2021, Elio De Capitani porta al Teatro San Ferdinando La morte e la fanciulla, il testo di Ariel Dorfman che interroga la crisi, intesa come crisi dei singoli, dei cittadini, dei sessi e degli atti della giustizia. Reso celebre al grande pubblico dalla versione cinematografica diretta da Roman Polanski nel 1994, il dramma racconta di un avvocato, nominato a presiedere una commissione di indagine sui desaparecidos, che viene soccorso da uno sconosciuto. Sua moglie Paulina, segnata dalle violenze subite durante la dittatura, crede di riconoscere in lui l’uomo che l’ha torturata sulle note di La morte e la fanciulla di Schubert. Lo sequestra, vuole una confessione, perché, per sopportare la violenza della memoria, cerca una liberazione che solo la parola del suo aguzzino potrebbe darle. Nel finale, che illumina il paradosso del farsi giustizia da sé, Paulina diventerà a sua volta carnefice rinnegando se stessa? La morte e la fanciulla è coprodotto dalla Fondazione Campania dei Festival. Gli iscritti alla newsletter possono usufruire di una riduzione del 20% sul prezzo del biglietto per tutte le date della rappresentazione.


­ LA MORTE E LA FANCIULLA di Ariel Dorfman traduzione Alessandra Serra regia Elio De Capitani con Enzo Curcurù, Claudio Di Palma, Marina Sorrenti scene e costumi Carlo Sala light designer Nando Frigerio sound designer Ivo Parlati produzione Teatro di Napoli – Teatro Nazionale, Fondazione Campania dei Festival, Teatro dell’Elfo Durata: 1 ora e 50 minuti (atto unico

Comments


bottom of page