NON SONO RAZZISTA MA ...


Italiani, popolo di razzisti ?

Quando già qualcuno comincia il suo discorso dicendo: "non sono razzista ma..." credo abbia già sciolto ogni dubbio in proposito.

Prima che puntiate il dito, come è ormai consuetudine fare nei confronti di chi "NON CONDIVIDE", preciso che non sono comunista nè radical click che oggi poi fa tanto moda, cerco solo di essere una persona razionale tenendo presente i fatti.

Credo che tutti, ormai, comincino a pensare che questa massiccia invasione di stranieri nel nostro paese, sia guidata e finanziata da chi ha abbastanza soldi e potere ( e non riferisco ai politici, che, a mi avviso, poverini si beccano insulti ma non hanno alcuna voce in capitolo, devono solo obbedire), governando tutto e tutti.

Quindi perché scagliarsi con chi è più vittima di noi?

Costretti a lasciare il proprio paese, chi lo farebbe felice di farlo, magari lasciando lì la propria famiglia? Sono strumentalizzati, usati, e trattati come merci di terz'ordine.

E NOI, invece di unirci e andare alla fonte del problema, preferiamo scagliarci contro gli immigrati magari bruciando quei pochi neuroni rimasti, con una rabbia che così diventa illegittima.

Ora ripetete con me "non sono razzista ma..." tanto ormai è il mantra italiano del nuovo millennio