NON C'E' PIU' DISTINZIONE TRA VITTIMA E CARNEFICE