LA LINGUA NAPOLETANA, PATRIMONIO DELL'UNESCO, IN UN CONVEGNO A PALAZZO NUNZIANTE A NAPOLI





Venerdì 26 gennaio 2018, alle ore 17.30, nella Sala Congressi di Palazzo Nunziante, in via Domenico Morelli,7 si terrà il Convegno dal titolo "Napule Na’ Chesta è ‘a lengua d’ ‘o lazzarone e d’ ‘o marchese de Caccavone. A ritroso o in avanti nel tempo la parlata napuletana è la più spontanea, più arguta, più fresca", conferenza a cura di Umberto Franzese.


Alla presenza del Dott. Oreste Cardarelli, Regional Manager FIDEURAM, interverranno al Convegno: Luigi Rispoli Presidente dell’AIGE (Associazione Informazione Giovani Europa), Luciano Passariello Consigliere Regionale della Campania, i magistrati Roberto D’Ajello, Pietro Lignola, Sergio Zazzera, il giornalista Ermanno Corsi e l’architetto Franco Lista. Con gli attori Tullio del Matto e Anna Donato e con Romolo Bianco, cantante-attore-scrittore. Conduce e modera Laura Bufano, giornalista.


A distanza di circa 12 anni, quando Luigi Rispoli, depositò in Regione un Progetto di Legge per la salvaguardia e la tutela della Lingua Napoletana, approvato dal Consiglio Provinciale con delibera n.12 del 22/03/2006, proponiamo con questo Convegno di porre nuova attenzione al Progetto. L’AIGE non si è mai fermata ed ha ideato e realizzato eventi in diversi luoghi della città, comprese le scuole (Scuola Media Caduti di via Fani; Liceo Artistico Statale Palizzi-Boccioni; Istituto Statale Isabella d’Este Caracciolo; Liceo Statale A. Genovesi) per diffondere la conoscenza approfondita della nostra lingua, dichiarata talee non dialetto.


La Lingua Napoletana è diventata Patrimonio dell’UNESCO ed è stata riconosciuta seconda lingua sul territorio nazionale.