top of page

CELEBRATI AL PARKER I 125 ANNI DALLA NASCITA DI TOTO'

Tra commozione, impegno e una grande partecipazione si è chiusa la settimana enogastronomica dedicata dal Grand Hotel Parker’s a Totò.


Il Grand Hotel Parker’s è stato protagonista assoluto delle celebrazioni per i 125 anni dalla nascita di Totò e si è dimostrato ancora una volta luogo-simbolo del capoluogo partenopeo e della sua cultura popolare.

Durante la settimana di “Buon Compleanno Totò”, lo chef Vincenzo Fioravante del ristorante Muse, al sesto piano panoramico del Grand Hotel Parker’s, ha dedicato un piatto al giorno a Totò, tratto dal libro di ricette “Fegato qua, fegato là, fegato fritto e baccalà”, curato dalla figlia Liliana de Curtis e dalla giornalista Matilde Amorosi, edito da Rizzoli.

Enorme è stato l’interesse mediatico e di pubblico per l’iniziativa organizzata e promossa dall’hotel più antico di Napoli, unica realtà a celebrare questo importante anniversario legato ad Antonio de Curtis, ricordato anche dal Ministero della Cultura nei giorni scorsi.

La presentazione del libro “Il Principe Poeta. Tutte le Poesie e le liriche di Totò”, scritto dalla nipote Elena Anticoli de Curtis e da Virginia Falconetti, edito da Colonnese, è stato il momento centrale di questa commemorazione, che ha visto la nipote del Principe della Risata intervistata da Rai 2 e da Rai 3.

All’evento hanno collaborato Activart, Colonnese Editore e Mansfied profumi (che realizza un’intera linea di profumi dedicati ad Antonio de Curtis, ricreando la fragranza originale indossata da Totò): accanto alla nipote Elena Anticoli de Curtis, che ha conversato con il giornalista e scrittore Michelangelo Iossa, hanno partecipato – tra gli altri – Gennaro Esposito, componente della Commissione Cultura e Consigliere del Comune di Napoli, Gaetano Bonelli, presidente della Casa Museo Enrico Caruso, Francesco De Blasio Taranto, nipote del grande attore Nino Taranto e Segretario della Fondazione a lui intitolata, la Scuola “Cuoco / Campanella” dello storico Rione Sanità di Napoli (quartiere che ha dato i natali a Totò), il giornalista e performer Gianni Valentino che – con il musicista Lello Tramma – celebra l’arte di de Curtis con l’innovativo progetto ”Totò Poetry Culture”, Riccardo Imperiali di Francavilla (Deputato della Cappella del Tesoro di San Gennaro, membro del museo Filangieri e presidente del Terziario avanzato di Confindustria), un’ampia schiera di giornalisti e una delegazione della Rai, il cui Centro di Produzione televisiva di Napoli celebrerà i suoi primi sessant’anni di attività il prossimo mese di marzo.

- “Cuoco. Che bella parola: cuoco.” - Totò sarebbe stato felice del tributo concessogli e soprattutto della possibilità, che i suoi concittadini hanno avuto di degustare la sua cucina, la sua idea di napoletanità a tavola, che solo il Parker’s poteva mettere in scena. Un modo di celebrare cultura popolare, enogastronomia e tradizione che trova nel Grand Hotel Parker’s un nuovo centro di divulgazione.


Comentários


bottom of page