CON IL SUO SINGOLO “LSU”, SALVATORE DI ROBERTO PUNTA IL DITO CONTRO I LAVORI SOCIALMENTE UTILI


Guardando un po indietro negli anni con l'evolversi dei movimenti di contestazione, le canzoni di protesta divennero sempre più popolari. Tali brani sostenevano la lotta per i diritti civili, esprimendosi contro qualsiasi discriminazione.


Lo stesso Bob Dylan disse, a proposito di Blowing in the Wind scritta nel 1963 alla vigilia della guerra in Vietnam, "Non è una canzone di protesta, poiché io non scrivo canzoni di protesta. ma l’ho scritta come qualcosa che doveva essere detto, da un individuo a un altro."


Ma oggi, nel 2021, la canzone di protesta ha un senso, che fine ha fatto?




Predicano bene e razzolano male.” afferma con decisione il cantautore Salvatore Di Roberto, il quale armatosi di chitarra e con una buona dose di coraggio, in base all’esperienza fatta direttamente da lui, scrive il singolo "LSU", pubblicandolo e facendone uscire in concomitanza il video ufficiale.


Sono musicista professionista”, prosegue di Roberto, raccontandosi alla nostra redazione giornalistica. “Questa è una passione che ha coltivato ed amato sin dalla più tenera eta'. Ma ho passato tanti momenti bui. Sai come si dice? Impara l'arte e mettila da parte, così io l'ho messa da parte per un pò, perché dovevo pensare a sopravvivere. Così ho accettato questo lavoro da LSU (lavori socialmente utili), chiamati anche ammortizzatori sociali, considerati dall' INPS come politiche di sostegno al reddito.


Lavoravo ottanta ore settimanali, per 23 anni dal 1996 al 2019, in vari servizi.” confessa il cantautore “Ho fatto anche l’operatore ecologico. Con contributi figurativi, ho fatto del mio meglio per sopravvivere in questo contesto precario. Non ero affatto rispettato sul mio lavoro, venivo bistrattato e mal pagato. Nella mia canzone così dico: deriso, offeso ricattato da un manipolo di ladri. Ma ben presto, ho capito la dura realtà pur non accettandola: in tutti questi anni ci pagavano con notevoli ritardi fino ad arrivare a periodi di quasi un anno senza percepire alcun reddito. E non potevo neanche pagare le varie bollette che mi scadevano.


A Di Roberto viene un pizzico di commozione nel raccontare il suo passato lavorativo, ma rapidamente tira un sospiro e si riprende. “Quando ho deciso di lasciare tutto e andare via”, prosegue, “mi hanno dato la buona uscita ma trattenendomi una parte dei soldi facendo intervenire l'agenzia delle entrate con la scusante che erano delle multe per tasse non pagate nei tempi previsti a causa dei numerosi mesi non pagati nei tempi giusti, tasse come acqua luce spazzatuta e utenze varie. L'ho pagate tutte con la relativa mora che mi hanno applicato.



Un anno prima di chiedere la liquidazione e andarmene, ho deciso di scrivere questa canzone dal titolo appunto "LSU" che ho voluto includere nel mio doppio album "Disamori e amori mercenari"” conclude l’artista. “E di questo devo ringraziare Massimo Curzio, che con la sua Big Stone Studio ha deciso di produrmi. Quando ebbi contatto con lui, e ascoltò il mio lavoro, mi venne vicino e con uno sguardo e un sorriso intenso mi citò un testo di Ron e Carmen Consoli: "Se avrai calma e lucidità non subirai il fascino di comode scelte. Se avrai buon senso e volontà non trascurerai l'abitudine per metterti in gioco".


Salvatore Di Roberto in questo modo ha deciso di mettersi di nuovo in gioco, rendendo la sua LSU e il relativo album un sicuro successo. Si dice che il coraggio aiuta gli audaci, e Di Roberto ha dimostrato di avere audacia: ascoltando il brano, si legge immediatamente la denuncia sociale che il cantautore ha voluto trasmettere: Di Roberto non ha scritto la canzone solo per il piacere e la gioia di far musica, e sicuramente non la manda a dire, ma esprime di propria persona tutte le sue motivazioni e la sua rabbia, con coraggio e audacia, come pochi nel nostro panorama musicale. Il videoclip non fa altro che rispecchiare questi sentimenti, evidenziandoli ancora di più con l’uso delle immagini, che rimarranno impresse in chi lo vedrà e ascolterà la canzone.


Ed è per questo che noi della redazione gli auguriamo tanta fortuna e una carriera gloriosa.


“LSU” è disponibile in tutti i migliori digital store.

Link a Spotify: https://open.spotify.com/track/3fkkKpZ307hzMIg5Jqobvp?si=L99nF-i7QbOtFu36LIdFLQ&utm_source=whatsapp







Agenzia di Stampa Piazza Cardarelli

Registrazione Tribunale di Napoli n° 4875 del 22 – 05 - 1997

Direttore Responsabile Gianfranco Bellissimo

Direttore Responsabile mail: gianfrancobellissimo@virgilio.it

marketing e pubblicità: castro.massimo@yahoo.com

Tutte le collaborazioni, salvo diversi accordi, si intendono gratuite

  • Facebook - White Circle
  • Instagram - White Circle
  • YouTube - White Circle
  • Twitter - White Circle

Iscriviti e richiedi la CARD dell'ASSO CRAL GRATUITAMENTE

 © Copyright All rights Reserved - Piazza Cardarelli

Piazza Cardarelli