top of page

II RADUNO DEL GRUPPO "MO BASTA"

Ha avuto luogo a Piazza Sanità, Napoli, il secondo raduno organizzato da Mo Basta, associazione di liberi cittadini costituitasi in modo spontaneo.



L'incontro, avvenuto in data 1 marzo 2022, è nato dalla necessità di stabilire un rapporto col tessuto sociale partenopeo e poter comprendere, in modo diretto, le difficoltà del popolo napoletano che, quotidianamente, devono affrontare i Cittadini partenopei per poter ricercare, insieme ad esso, soluzioni alternative.

Mo Basta, gruppo spontaneo di cittadini liberi e con intenzioni pacifiche, ha dato vita ad un’ennesima occasione di festa e di riflessione, intervallando musica del repertorio napoletano, classico e contemporaneo, a interventi di attivisti e semplici cittadini.

Le riflessioni hanno approfondito vari argomenti tra i quali l’attitudine del nostro governo nei confronti del neonato conflitto in terra ucraina e la gestione della pandemia da coronavirus.

Hanno partecipato alla manifestazione anche l’Associazione Indaco rappresentata da Antonella Piccolo, le mamme e i bambini (e quale occasione migliore dell’ultimo giorno di carnevale per portare a partecipare in piazza anche i più piccoli), il Coordinamento No Green Pass Napoli, il Comitato San Gennaro rappresentato da Pina, Anna Galdo del Gruppo Libra, membri della redazione di Contropaura, oltre ad associazioni identitarie come i Figli del Sud, O core 'e Napule, Sud e Civiltà, Insorgenza Mediterranea, Identità Territoriale.

L’intento di Mo Basta è esplicito, chiara e preciso e trova la sua risposta nel motto: Turnamme a campa’.

L’auspicio è che Mo Basta, alla pari del maestoso Antonio De Curtis, che dai vicoli del Rione Sanità (non è casuale la scelta del volto di Totò sui volantini che hanno pubblicizzato l’evento) ha conquistato l’olimpo del cinema, possa divenire un punto di riferimento per un popolo, napoletano e non solo, smarrito e alla ricerca di rispose concrete alle proprie difficoltà.

Sono previsti una serie di eventi itineranti che avranno luogo nel territorio partenopeo, di quartiere in quartiere, di piazza in piazza.



Comments


bottom of page