MUORE UN BAGNANTE A CAPRI ED E' SUBITO POLEMICA !


Anziano, colto da malore mentre nuotava, portato a riva è deceduto sulla spiaggia.


I primi a intervenire sono stati i bagnini dei due stabilimenti balneari di Marina Grande e i militari della Guardia Costiera effettuando le manovre di rianimazione cardiopolmonare, nell’attesa dell’arrivo dell’ambulanza del 118.

In ogni modo a nulla è valso l’intervento del personale medico del servizio di emergenza, giunto sul posto, che ha provato, con ogni messo, a rianimare l’anziano.

Non mancano però le polemiche relative alle fasi e alle modalità dei soccorsi e, sembra, sono in molti a chiedersi perchè è stato necessario attendere l’arrivo dell’ambulanza del 118 dal Capilupi e non siano intervenuti gli operatori della Bourelly a quali è stato di recente affidato il presidio di primo soccorso sul porto e che, in occasione del triste evento, si trovavano ad appena duecento metri!

Eppure sembra che ci sia un’ambulanza fissa a Marina Grande della “BOURELLY” società alla quale il Comune di Capri ha affidato anche quest’anno il compito di essere presente con un presidio di primo soccorso sul porto!

Anche quest’anno assicuriamo i servizi di prima assistenza sull’isola. Le statistiche degli anni precedenti evidenziano che le richieste di soccorso, che solitamente si concentrano nei giorni del week end, riguardano prevalentemente casi di: lipotimia (sensazione di svenimento in cui il paziente avverte l’incombenza della perdita di coscienza), chinetosi (disturbo neurologico molto diffuso tra i viaggiatori), crisi di panico, ferite lacerocontuse, lesioni ossee. La nostra ambulanza e i nostri operatori a Capri sono a supporto del servizio 118 e la scelta di collocare il nostro presidio sul porto di Marina Grande è strategico, visto il grande afflusso di turisti e visitatori che giunge sull’isola nei mesi estivi“ è quanto in una recente intervista pubblicata su "Capri News" ha dichiarato Guido Bourelly, amministratore di BHS,

La necessità di una presenza stabile dell’ambulanza di BHS a Capri, in aggiunta a quella ordinaria del servizio di emergenza della Asl Na1 Centro, dovrebbe favorire in caso di necessità un intervento aggiuntivo e tempestivo nelle procedure di primo soccorso e, quindi, non si spiega perchè si è dovuto attendere l’arrivo del 118 !

Dell’accaduto è stata informata come la Procura di Napoli per i successivi adempimenti e per fare chiarezza sull’episodio ed in particolare del mancato intervento di chi era in servizio di EMERGENZA, a pochi metri, e LIBERO!